Pubblicato il 12 Dicembre
“Nasco come giornalista, mi trasformo in blogger e apro la mia casa a tutte quelle persone che amano il bello delle cose semplici.
Credo nei sogni, nel profumo della torta di mele, nelle foglie croccanti, nelle coperte di lana grossa e nelle serate a lume di candela. Ho un bambino, Sebastiano, di cui sono follemente innamorata.” Federica Visconti
Le magiche nuvole natalizie… per un Natale ancora più bianco e gustoso!
Le meringhe, come tutte le cose dannatamente buone, sono nate da uno sbaglio. Il Maître pâtissier che le ha inventate aveva in mente ben altro, voleva creare un dolce soffice, da forno, ideale da servire per colazione, ma poi questa nuvola bianca così leggiadra ha iniziato a far breccia alla corte austroungarica e da lì non abbiamo ancora smesso di mangiarle.
Ci sono davvero tantissimi tipi di meringhe e ogni zona ha la sua preparazione preferita: la meringa italiana, la meringa francese, la meringa svizzera.


Le mie preferite sono le meringhe francesi, credo che la parte zuccherina sia ben bilanciata con i bianchi d’uovo.
Ma le meringhe non sono solo gustose, sono anche talmente belle che è facilissimo allestire una tavola natalizia con queste nuvole di zucchero.
Vi lascio qui la ricetta e nelle foto potete trovare qualche spunto!

Difficoltà:
10 minuti + sul tempo di cottura

Ingredienti per 4 persone:
100 g di albumi
200 g di zucchero a velo
un pizzico sale
10 gocce di succo di limone
Essenza di vaniglia

Procedimento:
Accedere il forno in modalità statica a 100°.
Prendere le uova a temperatura ambiente e separare gli albumi dai tuorli.
Mettere gli albumi in una planetaria e aggiungere un pizzico di sale e azionare le fruste. Unire 100 g di zucchero a velo. Una volta che gli albumi sono stati montati a neve fermissima, incorporare gli altri 100 g di zucchero a velo mischiato con l’essenza di vaniglia.
Aggiungere alcune gocce di succo di limone.
Mettere il composto in una sac à poche con bocchetta a stella larga e formare le meringhe a piacere.
Una volta terminata questa operazione mettere le meringhe nel forno. Le meringhe devono restare nel forno un paio d’ore circa (se la temperatura fosse più bassa di 80 °C possono occorrere anche quattro o cinque ore).
Non appena sfornate le meringhe sono pronte per essere gustate oppure, se preferite, possono essere conservate in un recipiente di latta da biscotti. Ricordate di consumarle nel giro di una decina di giorni.

E per una presentazione wow? Io consiglio di servire su alzatine di cristallo per esaltarne la leggiadria e la forma. Adagiatele poi su una tovaglia in tartan che solo alla vista fa immaginare montagne innevate. Il consiglio in più? A seconda dei gusti e dei vostri ospiti spolverizzate la superficie con cannella o cardamomo. Vedrete la “delizia pura” dipinta sui loro volti!
Condividi l'articolo


Scopri tutta la semplice bontà dei Semplicissimi Doria

Leggi di più

Articoli correlati
Tartellette con crema al miele e fragole
22 Maggio - Caporedattrice Sonia Peronaci
Fragole e miele: ecco 5 motivi per inserirli nella nostra alimentazione
15 Maggio - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
Coppa fragole e yogurt: una bontà semplicissima facile e veloce da preparare
10 Maggio - Laura La Monaca
Mangiar sano in vista dell’estate? Semplicissimo!
26 Aprile - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
10 consigli semplicissimi in vista dell’estate
18 Aprile - Paola Toia
In forma per l'estate, toniche anche con farine e carboidrati!
13 Aprile - Federica Piersimoni
Risotto con branzino e zucchine
10 Aprile - Caporedattrice Sonia Peronaci
5 imperdibili gite fuori porta primaverili
6 Aprile - Paola Toia
Le uova: un tesoro dentro al guscio. 5 motivi per gustarle spesso
21 Marzo - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
Biscotti uova di Pasqua
15 Marzo - Caporedattrice Sonia Peronaci
Pasqua per grandi e bambini, le semplici attività che fanno sognare in famiglia
8 Marzo - Federica Piersimoni
8 semplici attività per dare un pizzico di magia al tuo rapporto
28 Febbraio - Paola Toia
Cacao: il cibo degli dei
21 Febbraio - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
Cuori di San Valentino: i biscotti al cacao semplicissimi e romantici!
14 Febbraio - Caporedattrice Sonia Peronaci
Io&te, come il cacao e il latte insieme
13 Febbraio - Laura Renieri
Semplici e gustose: mele al forno con mandorle e sciroppo d’acero
9 Febbraio - Laura La Monaca
10 semplici buone abitudini per ripartire al meglio dopo le feste
24 Gennaio - Paola Toia
Insalata di quinoa con verdure e frutta
17 Gennaio - Caporedattrice Sonia Peronaci
Le 5 regole del Q.B. (Quanto Basta)
9 Gennaio - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
Sonia presenta i Semplicissimi Doria al miele d’acacia
21 Dicembre - Caporedattrice Sonia Peronaci
Il benvenuto a Babbo Natale? Semplice, con latte e biscotti...
18 Dicembre - Paola Toia
Burro: 5 ragioni per sceglierlo
14 Dicembre - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
La semplicità del risveglio
27 Novembre - Laura Renieri
La ricetta per preparare le uova strapazzate
26 Novembre - Laura La Monaca
Riscopri la semplicità della vita
15 Novembre - Paola Toia
Esistono biscotti buoni e semplici...
13 Novembre
Storie di Semplicissimi
10 Novembre - Caporedattrice Sonia Peronaci
La regola fondamentale del benessere?
9 Novembre - Esperto di nutrizione Giorgio Donegani
I bambini sono così: genuini e veri
8 Novembre
Con cosa sono fatti i biscotti?
7 Novembre